GINNASTICA POSTURALE

Non immaginerete mai quanti fastidi e dolori muscolari potrebbero essere causati da una postura scorretta. Lo sa bene chi passa molte ore nella stessa posizione. 

Infatti, spesso capita che, dopo essere stati diverse ore davanti allo schermo del pc, seduti in macchina, o a letto si manifestino alcuni sintomi particolarmente fastidiosi. Questo tipo di abitudini scorrette, se reiterate nel tempo, possono creare un’alterazione nel nostro sistema nervoso che, molto intelligentemente, sarà portato adattarsi. 

Sempre più spesso, inoltre, si legge e ascolta di come uno stile di vita salutare passi da una buona alimentazione, un corretto stile di vita, e costante esercizio fisico; la verità però è che troppo poco spesso si parla di ginnastica posturale.

La ginnastica posturale si pone in questo contesto come ottimo rimedio a diverse patologie e disturbi legati alla colonna vertebrale. Una disciplina che ha come obiettivo ultimo quello di migliorare la postura tramite un percorso di rinforzo del tono muscolare. 

Sono numerose le dinamiche sulle quali interviene. I problemi posturali, infatti, possono essere la causa di numerosi dolori e fastidi che spaziano dal semplice e comune mal di schiena a problemi più importanti come scogliosi e cifosi. 

Per fare un esempio, molti dei dolori al collo sono dati da una scorretta postura. 

Tenere la testa china, e di conseguenza il collo flesso, è la posizione tipica di chi lavora o studia alla scrivania per lunghi periodi. In verità però, anche nel tempo libero, mentre siamo in macchina, leggiamo, usiamo lo smartphone o stiamo sdraiati con cuscini troppo alti, siamo portati a mantenere questa posizione di flessione che, mantenuta a lungo, risulta essere nociva, con alto rischio di sviluppare cervicalgia o, addirittura, protrusioni ed ernie cervicali. 

La testa, infatti, pesa circa 5 Kg, carico ben sopportato quando si trova allineata con il tronco. Quanto più flettiamo il collo, invece, tanto più la testa risulterà pesante, gravando sulla colonna vertebrale. 

Il collo, in questo modo, perde la sua naturale curva che lo rende elastico, diventando solo capace di flettersi, e non di estendersi. Con il passare del tempo, faremo fatica a osservare le stelle o a inclinare all’indietro la testa mentre il parrucchiere ci lava i capelli.

E se invece parlassimo di mal di schiena, quali potrebbero essere le cause? Con molta probabilità, sempre tutta colpa della postura.

Purtroppo, infatti, passiamo la maggior parte del tempo con la schiena flessa. 

Ci flettiamo per sederci, ci flettiamo mentre lavoriamo o studiamo alla scrivania, per lavarci, per vestirci, quando dormiamo in posizione fetale o quando andiamo in bicicletta. 

Tenere la schiena flessa, incurvata in avanti, è una posizione potenzialmente nociva che, mantenuta a lungo, provoca lombalgia posturale e, quando si esegue uno sforzo in flessione, come ad esempio, sollevando un peso, può insorgere una protrusione o ernia del disco

Inoltre, in conseguenza delle posture scorrette, sono tante le persone che presentano una riduzione, rettificazione o addirittura un’inversione della lordosi. Quando la colonna perde la curva che la rende elastica, diventa difficile camminare e, le attività in cui occorre estendere la colonna lombare, provocano dolore, come, ad esempio, eseguire il servizio a tennis, nuotare a rana e camminare in discesa.

In questo contesto, la ginnastica posturale aiuta a correggere tutti quegli errori, più o meno gravi, che sono poi la causa scatenante del dolore alla schiena e di una serie di altri sintomi. In altre parole, serve a modificare tutti quei vizi che corrispondono all’effettiva ragione dei fastidi, a volte anche gravi e debilitanti, e che colpiscono ogni giorno milioni di persone. 

La ginnastica posturale permette di prevenire e di intervenire sui sintomi di una scorretta postura. 

Serve quindi a riallineare il nostro corpo per evitare che si scarichino male i pesi su determinate zone. 

Assai spesso sono la schiena e la zona collo/cervicale a subire le maggiori pressioni scatenando una serie di fastidi (mal di schiena, dolore cervicale, emicrania) che possono davvero compromettere la qualità della vita di chi ne soffre.

I benefici della ginnastica posturale sono di varia natura perché tale pratica, come detto, ha un approccio olistico in cui ogni elemento del corpo umano è correlato con gli altri.

Se un elemento di questo sistema è in disfunzione si possono creare una serie di scompensi che vanno affrontati e curati.

Ma quali sono i reali benefici della ginnastica posturale? 

  • Aiuta a combattere lo stress. Questo perché gli esercizi agiscono rilassando mente e corpo, soprattutto in tutte quelle persone che conducono una vita sedentaria. 
  • Agisce migliorando l’efficienza nella camminata, e la capacità di mantenere una corretta posizione, sia in movimento che da fermi e seduti, portando benefici fisici e psicologici grazie alla riduzione di affaticamento e dolori connessi a una postura scorretta.
  • Migliora il tono muscolare. La ginnastica posturale è, per definizione, un’attività fisica, e in quanto tale aumenta il tono muscolare nonché l’elasticità dei tessuti.
  • È trasversale. Una delle caratteristiche più importanti, essendo una ginnastica dolce, è che può essere praticata a qualsiasi età. Infatti, è raccomandata, in modo particolare per le fasce di età più adulte e anziane.
  • Sicurezza e buon umore. In più una corretta postura ha anche altri effetti benefici che potremmo definire “secondari”, meno importanti forse ma comunque molto utili. Per esempio, ci allunga letteralmente facendoci essere, e apparire, più alti. Gli studi hanno dimostrato come un giusto linguaggio del corpo incida in maniera positiva sull’umore. In altre parole, la ginnastica posturale ci fa sentire meglio con noi stessi, più sicuri e più belli.
  • Migliora la respirazione. Allungando il proprio corpo, anche i polmoni hanno modo di espandersi meglio e migliorare, conseguentemente, la respirazione.
  •  Recenti studi condotti dalla Indiana University Bloomington e la University of Wisconsin-Madison in partnership con il Center for Robotics and Neural System alla Plymouth University, hanno inoltre dimostrato come una corretta postura sia connessa positivamente anche con la memoria e la capacità di apprendimento di una persona. 

 

Per questi e moltissimi altri motivi anche in Moving Roma dedichiamo una particolare attenzione alla ginnastica posturale, attraverso percorsi e processi riabilitativi dedicati e personalizzati che coinvolgano persone con patologie più o meno specifiche, di fasce di età dalle più giovani alle più adulte e anziane.

 

E proprio nel contesto riabilitativo si inseriscono tutti i nostri percorsi altamente personalizzati di rieducazione e recupero funzionale post-intervento

 

La riabilitazione post-operatoria, nello specifico, è un percorso fisioterapico finalizzato a ripristinare le corrette funzionalità neuromotorie a seguito di un intervento chirurgico. 

 

Nei protocolli Moving Roma lo scopo principale è quello di educare il paziente all’utilizzo di eventuali tutori o supporti momentanei, ripristinare la mobilità articolare, recuperare il tono muscolare e il progressivo utilizzo del segmento corporeo che ha subito l’intervento e riattivare un corretto schema motorio e posturale sia segmentario che globale.

 

Anche in questo caso, come previsto da tutti i percorsi di esercizio fisico da noi previsti, ogni seduta di esercizio fisico è altamente personalizzata, si svolge sotto la costante supervisione di un operatore in sala ed in un ambiente adatto, sicuro e confortevole come richiesto da questo tipo di condizioni medico-fisiche.

 

 *Fonti:

Fondazione Umberto Veronesi – Magazine, il portale di chi crede nella ricerca

EDW – Educational Week 

 

CONTATTACI

Vuoi saperne di più sui nostri servizi?
scrivici e un nostro collaboratore si metterà in contatto con te!

3 + 7 =